HOME - ufficio turistico di cannobio - lago maggiore
ufficio turistico di cannobio - lago maggiore
info@procannobio.it
Cittą di Cannobio
Contattaci
rss
IT | UK | DE


 
CALENDARIO EVENTI 2017 / 2018
APRILE '17
Vuoi essere costantemente aggiornato sugli eventi e novità a Cannobio?
Iscriviti alla nostra newsletter!
PER CHI ARRIVARaggiungere la pro loco
Le aree parcheggio
Dove dormire
L'area camper
 

Stagione Teatrale 2016/2017: CARTA CANTA
Sabato 1 Aprile 2017 ore 21 Nuovo Teatro  CARTA CANTA di Ennio Marchetto e Sosthen Hennekam  Attraverso costumi di carta Ennio Marchetto con Carta Canta dà vita a uno spettacolo che è una vera Babilonia di musica, teatro e creatività.  Non è facile spiegare che cosa esattamente succeda durante un suo spettacolo. Ci sono dei costumi di carta che raffigurano grandi cantanti e grandi personaggi italiani e stranieri; dietro c'è lui, straordinario performer, a dar vita a questi costumi ripetendo movenze e tic di questi personaggi, rendendo tutto esilarante. TINA TURNER, MINA, LIZA MINELLI, MARYLIN MONROE, VASCO ROSSI, MADONNA,PAVAROTTI... e tra i nuovi personaggi LADY GAGA, ARISA, MARIA CALLAS. MARCO MENGONI, EDWARD MANI DI FORBICE. Ma Carta Canta non è soltanto questo. Come per i più grandi trasformisti, la forza dello spettacolo consiste nella straordinaria velocità con cui Ennio Marchetto muove i costumi, li apre, aggiunge particolari disegnati e parrucche di carta, dando vita a uno spettacolo unico nel suo genere, un'autentica Babilonia percettiva di musica e teatro!  Ingresso € 20 - ridotto € 17 (ragazzi fino 14 anni e ultra 65 enni)  Tre proposte di Abbonamento:  Cineforum € 35  Rassegna teatrale  Settore A: € 65                       Settore B: € 55  Abbonamento cumulativo (cineforum + rassegna teatrale)   Settore A: € 80                        Settore B: € 75  Abbonamenti e biglietti in Prevendita presso Ufficio Turistico di Cannobio (Palazzo Parasi)    



Fulvio Castiglioni espone a Palazzo PARASI a Cannobio - "VISIONI CONDIVISE" - da sabato 8 aprile a domenica 28 maggio 2017-
Titolo della mostra: Fulvio Castiglioni  – “Visioni Condivise”     Spazio espositivo: PALAZZO PARASI  via Giovanola  Cannobio (VB) Lago Maggiore                                 Accessibile ai diversamente abili – 1^ piano     Curatela e testo critico:  Ubaldo Rodari e Fulvio Castiglioni     Periodo:  da sabato 8 aprile  a domenica 28 maggio 2017  Inaugurazione:  sabato 8 aprile, ore 17:00     Orari di apertura: giovedì-sabato ore 10:00/12:00  e ore 16:00/18:00                              domenica ore 10:00/12:00     Catalogo:  Città di Cannobio  Accoglienza: Rete museale dell’Unione del Lago Maggiore             LO SPAZIO  Le sale espositive di Palazzo Parasi a Cannobio ospiteranno la personale  di Fulvio Castiglioni "Visioni Condivise". Artista poliedrico che si muove magistralmente alla ricerca dell’armonia fra colori e forme, grafica e scultura. Lavora su diverse superfici, carta, legno e materiali sintetici, creando oggetti tridimensionali o sperimentando nuove tecnologie, inquadrandosi così a pieno titolo nella definizione di artista “digital art”.  L’esposizione si inscrive nel quadro delle mostre pensate per valorizzare una storica costruzione risalente al XIII secolo adibita per tanti anni a luogo di giustizia e di governo. Il Palazzo della Ragione, meglio conosciuto come Palazzo Parasi, è stato perfettamente restaurato dall’Amministrazione Comunale, di concerto e sotto l’alta vigilanza della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della regione Piemonte. Si tratta di un imponente edificio che sorge a ridosso della Torre Comunale del XII secolo.  Al piano terra è presente un portico coperto con volte a botte che conserva lapidi, stemmi e rilievi del XIV secolo e due tombe romane. Ai piani superiori sono state realizzate due aree destinate a spazio espositivo, una delle quali particolarmente interessante per il diretto contatto con le antiche capriate.     LA MOSTRA  … Gli oggetti di semplice uso comune diventano elementi interessanti per composizioni inedite. Questa curiosità incessante che si trasforma immediatamente in proposta creativa, è quello che identifica Fulvio, per usare le parole di Arno Stern, nella figura dell’“Homo Vulcanus”, sempre pronto a dare forma a ciò che si configura come un’urgenza interiore. Il cono ottico che utilizza è il più ampio possibile e gli strumenti ritenuti utili alla sua urgenza, una volta trasformati, vengono ridistribuiti e inglobati con altrettanta generosità, in soluzioni tecnologiche che spesso cercano il coinvolgimento di chi guarda.  Ed è con questa libertà di sguardo che occorre rivolgersi al lavoro di Fulvio Castiglioni. Con quella stessa disponibilità usata dal nostro occhio nel cogliere i bagliori regalati dal sole e incastonati come pietre preziose luccicanti tra le increspature del lago. Nell’osservare con sguardo libero il ritmo delle forme nello scorrere delle nuvole in cielo, sognando forse di poterle sfiorare con un dito, per poter provare il brivido della leggerezza. (Ubaldo Rodari)           www.cannobiocultura.it - info@cannobio4you.it ufficiocultura@cannobio.net - tel.0323 71212 / +738228  La Rete Alto Verbano è inoltre disponibile a studiare percorsi di visita mirati e attività laboratoriali collegate alla mostra per gruppi scolastici (mail: museotattile@tiscali.it; tel. 0323 840809)